Posts Tagged ‘roberto bolaño’

El Lagarto

09/07/2016

Disse che a volte le persone rimanevano a lungo a guardare l’orizzonte, il sole che spariva dietro la collina El Lagarto, e che l’orizzonte era color carne, come il dorso di un moribondo. E cosa si aspettano che venga su da lì? gli chiesi. La mia stessa voce mi spaventò. Non lo so, disse. Poi disse: un cazzo. E poi: il vento e la polvere, forse.

el lagarto

Roberto Bolaño – Chiamate Telefoniche

Notte oscura e fragile.

23/10/2014

Quella notte, dopo tanto tempo, la notte fu davvero oscura e fragile e screziata di paure, e noi che rimanemmo svegli quella notte fummo creature deboli, stanche, con voglia di contemplare ancora l’alba, l’esitante luce di piazza Sonnino.

Roberto Bolaño – Un romanzetto canaglia