Archive for the ‘Alfredo Bryche Echenique’ Category

nostalgia

11/06/2009

Gli altri esageravano, quasi tutti, ma la nostalgia è fatta così, ingigantisce le cose esagerandone la forza e il colore, facendole diventare quasi aggressive con il loro carico latente di vita, di perdita irreparabile e di destino mai realizzato.

Il giardino della mia amata – Alfredo Bryche Echenique

Advertisements

lunedì

11/06/2009

Non dormirono quasi, la notte della prima domenica del loro amore; e per Carlitos fu davvero orribile lasciare le braccia della donna bella e piena di desiderio che, fin dall’alba, gli aveva fatto notare che ogni istante di quello che avevano vissuto non avrebbe potuto essere più reale, e che proprio per questo adesso navigavano verso una nuova sponda chiamata lunedì, complicata, terribile, dura.

Il giardino della mia amata – Alfredo Bryche Echenique

gioia gloria dolore

01/06/2009

Siboney

Ubriaco non era, no, ci mancherebbe, Carlitos non va mai oltre la coca-cola; eppure c’era nel suo sguardo nero, intenso, smarrito, e nella sua risata rivolta a chissà chi, avete notato?, un mistero profondo, il miscuglio tremebondo di qualcosa di esageratamente gioioso, ma anche esageratamente glorioso, e anche, proprio così, molto doloroso, sì, davvero doloroso, in definitiva.

Alfredo Bryche Echenique – Il Giardino della mia amata