Archive for May, 2011

Le stelle fredde e i pini sotto la finestra.

15/05/2011

cold

Ma non stavamo alzati fino a tardi la notte. Andavamo a letto al buio nella grande stanza e quando mi ero spogliato aprivo le finestre e vedevo la notte e le stelle fredde e i pini sotto la finestra e poi andavo a letto più presto che potevo. Era bello nel letto con l’aria così fredda e limpida e la notte fuori dalla finestra. Dormivamo bene, e se mi svegliavo la notte sapevo che era per un unico motivo e scostavo il piumino, piano per non svegliare Catherine e poi tornavo a dormire caldo e con la nuova leggerezza delle coperte sottili.

Ernest Hemingway – Addio alle Armi

Advertisements

Guerra.

15/05/2011

a farawell to arms

Ero sempre imbarazzato dalle parole sacro, glorioso e sacrificio e dall’espressione invano. Le avevamo udite a volte ritti nella pioggia quasi fuori dalla portata della voce, in modo che solo le parole urlate giungevano, e le avevamo lette su proclami che venivano spiaccicati su altri proclami, da un pezzo ormai, e non avevo visto niente di sacro, e le cose gloriose non avevano gloria e i sacrifici erano come i macelli a Chicago se con la carne non si faceva altro che seppellirla.

Ernest Hemingway – Addio alle Armi