gioia gloria dolore

Siboney

Ubriaco non era, no, ci mancherebbe, Carlitos non va mai oltre la coca-cola; eppure c’era nel suo sguardo nero, intenso, smarrito, e nella sua risata rivolta a chissà chi, avete notato?, un mistero profondo, il miscuglio tremebondo di qualcosa di esageratamente gioioso, ma anche esageratamente glorioso, e anche, proprio così, molto doloroso, sì, davvero doloroso, in definitiva.

Alfredo Bryche Echenique – Il Giardino della mia amata

Advertisements

Tags: , ,

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s


%d bloggers like this: