Di trasloco in trasloco.

Il giorno in cui gli abitanti di Eutropia si sentono assalire dalla stanchezza, e nessuno sopporta più il suo mestiere, i suoi parenti, la sua casa e la sua via, i debiti, la gente da salutare o che saluta, allora tutta la cittadinanza decide di spostarsi nella città vicina che è lì ad aspettarli, vuota e come nuova, dove ognuno prenderà un altro mestiere, un’altra moglie, vedrà un altro paesaggio aprendo la finestra, passerà le sere in altri passatempi amicizie maldicenze. Così la loro vita si rinnova di trasloco in trasloco, tra città che per l’esposizione o la pendenza o i corsi d’acqua o i venti si presentano ognuna con qualche differenza dalle altre.

Advertisements

One Response to “Di trasloco in trasloco.”

  1. giuvaaaaaa Says:

    Milano
    Esposizione: a nord, nordest, 12 giorni di cielo azzurro all’anno
    Pendenza: Assente
    Corsi d’acqua: Naviglio a volte secco, Lambro spesso maleodorante
    Venti: Per lo più Assenti. qualche folata di Phoen svizzero-alpino

    Valencia
    Esposizione: Sud, sudest, 300 giorni di cielo azzurro all’ anno
    Pendenza: Assente, carril bici presente
    Corsi d’acqua: MARE, fiume di piante (TURIA)
    Venti: tutti, dal caldo scirocco, alla dura tramontana. Spesso.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s


%d bloggers like this: